PERISHED

di Studio Job


Dal 1980 DILMOS è sinonimo di ricerca; sempre aperta a ricevere progetti e riflessioni DILMOS si va creando insieme ai suoi autori.


La proposta per il 2006 è composita e cosmopolita. Si avvale del lavoro dello Studio Job che DILMOS propone con un' installazione, Perished; dei mosaici di Akomena; del silicone di Alessandro Ciffo, degli specchi di Davide Medri, degli Ortofrutta di Andrea Salvetti, degli Androidi di Roberto Mora: autori ormai noti nell'area di DILMOS. La proposta 2006 si rafforza con gli interventi di tre nuove presenze: Pieke Bergmans con Crystal Virus, Lorenza Bozzoli, designer dei Rimirror, e Roberto Semprini con il mobile Piet.


Proprio per la grande libertà di indagine che i progetti presentati rivestono e per l'autonomia dei linguaggi e dei percorsi è ancora più significativo e interessante riscontrare alcune tematiche comuni:


rapporto con l' architettura

l'architettura è la grande protagonista del contemporaneo; il design prende parte a questo fenomeno intervenendo su pareti e pavimenti in forme di decoro e superfici offrendo variabili interpretative allo spazio


progettazione e reinvenzione di materiali e texture

tarsie, mosaici, carte, stoffe, leggere superfici di silicone, metalli a cera persa, vetro soffiato… recupero, reinvenzione e innovazione di tecniche e di materiali


animali:
il mondo animale come metafora, quello umano è troppo imbarazzante


unicità
nel processo di lavorazione e nel rapporto d'uso

 

morte e vita
virus, epidemie, scheletri, rifiuti contaminano gli oggetti. Ma l'idea della morte è recuperata alla vita dalla bellezza e dalla cura degli artefatti. La capacità di sorprendere apre alla relazione, al contatto, forse alla presa di coscienza.
Clara Mantica, aprile 2006


IN MOSTRA:
PERISHED, design Studio Job (Job Smeets é belga, Nynke Tynagel olandese; vivono e lavorano a Antwerp in Belgio).
PERISHED è una collezione di mobili composta da tavolo, panca, paravento, cabinet e lampada realizzata in legni tropicali pregiati e stagionati, decorati ad intarsio con motivi di scheletri animali. Evoca l'art decò ma anche l'arte fiamminga e si propone come insieme prezioso da collezionare. Gli oggetti sono utilizzati come tele su cui scrivere con segni calligrafici simili ai più antichi e ai più moderni dei graffiti. Per la realizzazione degli intarsi sono state utilizzate lavorazioni ad alta tecnologia (laser) per il ritaglio delle tarsie e tecniche manuali di alto artigianato per l' assemblaggio e l' incastro degli intagli. La carta da parati, prodotta da Vescom, riproduce la stessa decorazione degli arredi e completa la proposta creando uno spazio fisico e mentale "totale". "Vogliamo creare una collezione esclusiva per le qualità dei materiali e delle tecniche; prodotti di haute couture che durino almeno cento anni. " dicono i Job e aggiungono " Attraverso gli scheletri, violenti e innocenti, le loro forme grafiche e dirette raccontiamo il nostro tempo che è stravagante e violento. Il nostro è un racconto fra passato e futuro, fra fiction e realtà.

 

 

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

 

PERISHED

by Studio Job

 

Since 1980 DILMOS has been a synonym for research; always open to receive projects and reflections. DILMOS continues to evolve hand in hand with its authors.


The 2006 collection is composite and cosmopolitan. It includes work by Studio Job proposed by DILMOS as an installation, Perished; mosaics by Akomena; silicone creations by Alessandro Ciffo, mirrors by Davide Medri, the "Ortofrutta" of Andrea Salvetti, and the Androids of Roberto Mora: all authors well known in DILMOS circles. The 2006 edition is reinforced by the presence of three new designers: Pieke Bergmans with Crystal Virus, Lorenza Bozzoli, creator of Rimirror, and Roberto Semprini with his Piet furniture.


The great freedom expressed by these projects, the independence of languages and paths explored make some common themes appear even more significant and interesting:


idyll with architecture
architecture is the great protagonist of the present; design is part of this phenomenon, intervening on walls and floors in various decorative forms and surfaces offering various ways of interpreting space


design and reinvention of materials and textures

inlays, mosaics, paper, fabrics, light silicone surfaces, lost wax metal castings, blown glass … the recovery, reinvention and innovation of techniques and materials


animals
the reign of animals as a metaphor, the human world is too embarrassing


uniqueness
in the process of production and user relationships


life and death
virus, epidemics, skeletons, refuse, all contaminate the objects. But the idea of death is restored to life by the beauty and detail of these works. The ability to surprise opens up relationships, contacts, and perhaps a new conception of thought.
Clara Mantica, april 2006


ON SHOW:

PERISHED, design Studio Job (Job Smeets is Belgian, Nynke Tynagel is Dutch; they live and work in Antwerp, Belgium).
PERISHED, a furniture ensemble, composed of table, bench, screen, cabinet and lamp, realised in precious hardened tropical woods, decorated with inlays depicting animal skeletons. It recalls art decò but also Flemish art and is proposed as a precious collector's set. The objects are used as canvases on which to write in ancient hieroglyphics or modern graffiti. The inlays were cut using high-tech lasers and assembled by expert craftsmen. The wallpaper, by Vescom, reproduces the same decoration as the furnishings and completes the proposal by creating a "total" physical and metal space. "We want to create a collection that is exclusive for the quality of the materials and techniques; haute couture products that will last at least a hundred years," say the authors and they add "through the skeletons, violent and innocent, their direct graphic forms depict our times which are extravagant and violent. Ours is a story uniting past and future, combining fiction and reality."

 

 

clicca per vedere le immagini

click here to see the pictures

 

Perished.pdf

Perished(ENG).pdf